Anno accademico 2016-2017

Festival di Musica Sacra - Todi

 

Il Pontificio Istituto di Musica Sacra ha partecipato al Festival di Musica Sacra che si è tenuto in Todi, nella magnifica e affascinante cornice della Basilica della Consolazione. Il vetusto e grandioso tempio di Donato Bramante, ospita per il secondo anno consecutivo il festival che l'Ente Tuderte di Assistenza e Beneficenza, proprietario della Basilica e promotore delle attività sue proprie, organizza in collaborazione con il PIMS. Il 9 settembre il nostro Allievo  del corso di Organo, Fabio Lauri, in duo con il Sassofonista romano Marco Pace, hanno eseguito un applaudito e graditissimo concerto con in programma musiche di J.S. Bach, P. Whitlock, A. Jolivet, P. Iturralde, E. Bozza.

 

Lo splendido strumento della Consolazione, un organo Pinchi, ha fatto risuonare sotto le volte della Basilica le note di queste composizioni trascritte ed originali, ed il Sassofono, strumento nuovo per quanto riguarda l'insieme con l'Organo, ha dato prova di quanto sia sempre di esito accattivante la simbiosi tra i due strumenti. L'appuntamento è già fissato per il terzo anno nel settembre 2018.

Seminario annuale dei Dottorandi

Dal 18 al 22 settembre si è svolto il consueto seminario annuale per i Dottorandi del PIMS, a cura del Prof. Marco Gozzi. La tematica affrontata ha avuto per oggetto “La filologia musicale in soccorso della lauda dugentesca”. Giovedì 21 gli studenti, accompagnati dal prof. Nicola Tangari, Direttore delle Scuola Dottorale, e dal Bibliotecario Antonio Addamiano, si sono recati in visita a Firenze.
In mattinata il gruppo si è recato nel rinnovato Museo dell’Opera del Duomo; a seguire il prof. Michele Manganelli ha accompagnato i Docenti ed i Dottorandi nella sede della Cappella musicale del Duomo, dove ha mostrato alcuni frammenti liturgico-musicali dei secoli XII-XV appartenenti alla sua importante collezione privata. Nel pomeriggio la dott.ssa Paola Gibbin, responsabile della sezione musicale della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha incontrato i Docenti ed i Dottorandi, ed ha illustrato la storia delle collezioni musicali della Nazionale; ha poi accompagnato il gruppo dell’Istituto in una sala riservata, in cui il Prof. Gozzi ha illustrato alcune fonti musicali medievali e rinascimentali, con attinenza alle tematiche affrontate durante il corso, compresi i frammenti di laudario contenenti tre unica con notazione musicale, scoperti nel 2014.

Schola Gregoriana del PIMS

Tra il 26 giugno ed il 1 luglio 2017, il Coro Gregoriano dell'Istituto, composto da venti Studenti, tra i quali anche presbiteri e religiose, sono stati impegnati in un giro di concerti in Spagna del Sud Ovest,  a Malaga, Marbella, Cordoba, Cadice. Diretti dal Prof. Karl Franz Prassl, insieme con l'organista nostra studentessa, Olga Laudonia ed accompagnati dall'organizzazione puntuale e ospitale del nostro dottorando il Maestro Antonio Del Pino, organista della Cattedrale di Malaga, il gruppo ha dato ottima prova della sua valentia riscuotendo grande successo.

Appena il tempo di riprendere energie e lo stesso Coro Gregoriano del Pontificio di Musica Sacra è ripartito per l'Ungheria dove ha partecipato, diretto dal Prof. Prassl, al festival di Vac, iniziativa fondata nel 1990 da Giorgy Beres e promossa dall'Associazione Ungherese di Canto Gregoriano. Il Festival si è svolto dal 6 al 9 luglio. Anche in questa circostanza il Coro è stato molto apprezzato ed ha avuto modo di confrontarsi con altre compagini corali gregoriane provenienti da tutto il mondo. Grande gioia e soddisfazione per i nostri Studenti che hanno potuto partecipare a questo importante evento internazionale.

Attività di rappresentanza del Preside

Dal 9 al 16 luglio il Preside, mons. Vincenzo De Gregorio, ha partecipato a Loreto alla prima settimana di studio per i 45 Studenti cha tutta Italia si sono iscritti al Corso di Formazione Liturgico Musicale organizzato dall'Ufficio Liturgico Nazionale della CEI. Mons. De Gregorio ha aperto e concluso la settimana ed ha impartito le lezioni riguardanti l'uso degli strumenti e dell'organo nella liturgia.

Il 14 luglio  il Preside ha tenuto una lezione nell'ambito dell'incontro per i musicisti della Liturgia organizzato dai Canonici Regolari Lateranensi nella loro antica abbazia di San Secondo nella Diocesi e nella città di Gubbio.

Il 14 luglio sera, dopo essere stato a Gubbio,  il Preside ha partecipato al concerto conclusivo del corso di Canto Gregoriano organizzato dai Francescani della Basilica Pontificia di Santa Maria degli Angeli in Assisi. Il concerto si è tenuto nella basilica di Santa Chiara ed è stato diretto da Maurizio Verde e Matteo Ferraldeschi. P. Ferraldeschi è anche nostro Docenti nel corso base di Canto gregoriano del PIMS. Al corso ha avuto parte anche la docenza del nostro professore Franz Karl Prassl. Il Preside ha presieduto la celebrazione eucaristica conclusiva, nella mattina di sabato 15, nella basilica della Porziuncola. La messa solenne in canto gregoriano ha suggellato l' intensa settimana formativa di gregoriano, che ha visto la partecipazione attiva di ottanta studenti

Il Centenario della nascita di Domenico Bartolucci

Nelle numerose iniziative che sono state intraprese per celebrare il primo centenario della nascita di Domenico Bartolucci, il Pontificio Istituto di Musica Sacra partecipa ospitando alcuni concerti nella Sala Accademica di Piazza S. Agostino. In particolare il 13 luglio 2017 alle ore 20, il Maestro Giancarlo Parodi, celeberrimo organista italiano, già Docente nel PIMS,  terrà un recital nel quale eseguirà anche musiche del Maestro.

Il Preside, M° Mons. Vincenzo De Gregorio, ha introdotto il fascicolo che presenta tutte le iniziative programmate fino alla fine di quest'anno, pubblicato dalla Fondazione Bartolucci con il seguente articolo: segue

Concerto di Salvatore Saracino

Galleria fotografica

23 giugno 2017 - Gli eventi conclusivi della vita didattica dell'Istituto sono coerentemente vissuti non in un'aula ma in una sala da concerto. Il diploma accademico di II livello, specialistico, che in istituto viene definito anche Licenza, è stato concluso con un concerto da Salvatore Saracino, da Lecce, in Puglia nel sud Italia. Studente del Corso di Canto Didattico che ha come Docente principale la Prof.ssa Maria Grazia Schiavo, Salvatore Saracino è stato accompagnato da strumenti per la realizzazione dell'impegnativo programma di musica antica italiana.

Tesi di Licenza in Canto gregoriano

28 giugno 2017 - La studentessa Laine Tabora, proveniente dalla Lettonia ha difeso la sua Tesi di Licenza in Canto Gregoriano, sul tema "San Gallo e Einsielden: lo stesso canto in interpretazioni proprie". Curata ed accompagnata dal Prof. Franz Karl Prassl, Laine Tabora ha elaborato il suo lavoro di indagine e di confronto tra due fonti autorevolissime di codici contenenti le stesse melodie e, però, con delle varianti che sono riscontrabili come proprie delle due famiglie benedettine facenti capo ai due importanti monasteri dell'area centrale europea.

Concert for the 2017 Rome Global Forum

Galleria fotografica

15 giugno 2017 - Si è celebrato a Roma il 2017 Rome Glabal Forum on Higher Education for Diversity, Social Inclusion and Community: a Democratic Imperative.

Il Forum è stato organizzato dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica, il Dicastero della Santa Sede dal quale dipende il Pontificio di Musica Sacra. Per onorare gli illustri Ospiti provenienti da tutto il mondo, la Congregazione ha richiesto all’istituto un concerto. E’ stato, allora, anticipato il programma del concerto del giorno 16. L’Orchestra Musicus concentus diretta dal nostro Michele Manganelli, ha eseguito nella prima parte il concerto in Fa minore op. 21 per Pianoforte e Orchestra di F. Chopin, al pianoforte il nostro docente Claudio Trovaioli. Nella seconda parte, poi, è stata eseguita una pagina di rarissimo ascolto: il Concerto Romano per Organo e Orchestra di A. Casella, all’organo il nostro docente Roberto Marini. Presenziava il Rev.mo Padre Fryferik Bechina, Sottosegretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica che faceva gli onori di casa insieme con il Preside. Insieme hanno introdotto il concerto per salutare gli illustri Ospiti.

Le tastiere e l'orchestra

16 giugno 2017 – Seconda edizione del concerto del 15. La coincidenza con lo sciopero dei trasporti locali ha impedito a molti (la sala era occupata per poco più della metà dei posti) di gustare la magnifica esecuzione che ha presentato il medesimo programma del giorno precedente. Ma non si è mai stanchi di ascoltare queste pagine di musica per la loro intrinseca bellezza e suggestione. Il linguaggio musicale di Alfredo Casella , evocazione intensa dello stile di quegli anni che trovavano espressione più nota de I Pini di Roma di Ottorino Respighi, è stata splendidamente resa dall’orchestra che ha accompagnato e sostenuto l’esecuzione di Roberto Marini, anch’egli nostro Docente, all’organo. Claudio Trovajoli ha trovate la cifra ammaliatrice del concerto di Chopin soprattutto nel secondo tempo dagli intensi dialoghi tra pianoforte e orchestra anticipando quelle atmosfere eteree che fanno già pensare a Mahler. Successo e grande consenso.

Galleria fotografica

Monica Rochira e Francesco Sentuti

Galleria fotografica

Dall’Aula al Concerto, il 6 giugno 2017. E’ ancora il Conservatorio di Foggia, il primo con il quale il Pontificio Istituto di Musica Sacra ha siglato l’accordo del percorso didattico integrato tra le due istituzioni ad essere protagonista con due suoi bravissimi Studenti: Monica Rochira e Francesco M. Sentuti.

 Il programma quanto mai accattivante: di Brahms le Ballate op. 10 nn. 1 e 4, Prokofiev la Sonata op. 1 n. 1 e di Rachmaninov l’Etude-tableau op. 39 n. 9, nell’esecuzione di Monica Rochira. La seconda parte con i Quadri di un’esposizione di Modest Mussorgskij nell’esecuzione di Francesco M. Sentuti.  La performance dei due giovani pianisti smentisce chi pensa che non vi siano più seri impegni nello studio della musica. La tecnica e la maturità musicale dimostrata nel concerto è un’esplicita manifestazione del grande lavoro che si compie nelle scuole musicali per allevare giovani alla Musica.

Concerto di Ai Watanabe

Al Pontificio Istituto di Musica Sacra esiste un settore di specializzazione che viene chiamato “post gradum”. Uno Studente diplomato nei titoli accademici può essere ammesso a frequentare un corso di specializzazione. E’ quanto fa Ai Watanabe, giapponese, che frequenta i corsi del nostro docente Francesco Martucci. Ai Watanabe ha eseguito un magnifico recital pianistico proponendo di F. Liszt Sonetto di Petrarca n. 104 e la Ballata n.2,la Sonata op. 31/2 “la Tempesta” di L.v. Beethoven e, infine cinque brani di Debussy, da La danse de Puck a Ce qu’a vu le vent d’ouest.  La bravissima pianista, che sta concludendo anche questo ciclo specialistico presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra, ha accattivato il pubblico numeroso presente conseguendo un meritatissimo ed entusiastico successo.

Galleria fotografica

 

Messa solenne

31 maggio, solennità della Visitazione di Maria Ss.ma a S. Elisabetta: celebrazione della Messa solenne presieduta da Mon. Preside, concelebranti  p. Theo Flury, don Renè Hernandez e don Roberto Soldati. Il Coro Polifonico dell’Istituto e quello Gregoriano, insieme con gli Studenti tutti, il Personale ed i Docenti sono stati presenti per dare il proprio contributo alla Liturgia. L’omelia del Preside ha condotto la riflessione dei presenti sulla Musica coltivata dalla Chiesa che si inserisce nel più vasto movimento di ascesa dello Spirito, attraverso le Arti e la Musica, nella storia del cosmo che, invece, è un movimento di discesa verso l’appiattimento dell’entropia. Lo studio della Musica, nell’Istituto Pontificio di Musica Sacra, è un contributo all’azione dello Spirito che anima l’Universo e che rende divino il mondo fisico acustico delle vibrazioni della materia.

Prof. Walter Marzilli - Masterclass

Il giorno 1 giugno 2017 nella Chiesa Nuova ha avuto luogo con grande successo il concerto per il Dottorato di James J. Wright per l’Università di Notre Dame, Indiana-USA. Il concerto era eseguito da un ensemble strumentale e dai due cori congiunti dell’Università Notre Dame e I Cantori del Pims. Il direttore del concerto, James J. Wright, ha vissuto un anno a Roma per studiare Direzione con il Prof. Marzilli al Pims, secondo un protocollo d’intesa tra l’istituto e l’Università Notre Dame dell’Indiana.

All’indomani, 2 giugno, nella Sala Accademica dell’istituto si è svolta una Masterclass tenuta dal Prof. Walter Marzilli per la University of Notre Dame. Il docente ha illustrato alcuni innovativi concetti relativi alla vocalità, che il coro dell’Università ha poi messo in pratica. La Masterclass era incentrata anche sulla Direzione di Coro, ed è stato affrontato l’argomento della Tecnica della Direzione applicata ai diversi stili e periodi storici. Alcuni direttori dell’Università hanno poi diretto il coro sotto lo sguardo del docente, Prof. Marzilli, dal quale hanno ricevuto importanti suggerimenti per il proseguo della loro attività direttoriale.

Compositori per la liturgia

Comporre  per la Liturgia post-conciliare: insieme con le competenze assolutamente necessarie che provengono dalla tecnica compositiva della Musica occidentale, dall’armonia al contrappunto, alle forme libere, i nostri Studenti sono chiamati ad avvicinarsi anche alle necessità della musica per la Liturgia nelle lingue correnti. La forme classiche, fuga, mottetto, inno … diventano veicolo di nuove idee per comporre nella lingua del messale e del lezionario nazionale. Già nelle classi di Composizione i vari Docenti hanno cominciato a condurre gli Studenti Allievi su questi percorsi. La grande esperienza in tal senso acquisita dal Maestro il Prof. Marco Frisina, il repertorio del quale è di vasta risonanza internazionale, è diventata possibilità offerta a tutti gli Studenti del Pontificio di Musica Sacra per uno studio specifico. Il corso di Composizione per la Liturgia postconciliare è stato tenuto per tutto il secondo semestre e frequentato obbligatoriamente dagli Studenti di composizione del Biennio specialistico.

 

 

Alle origini dell'Alleluia

Il Canto Gregoriano è un vastissimo campo di studio. Insieme con la Cattedra Ordinaria tenuta dal Prof. il Maestro Franz Karl Prassl, dell’Università degli Studi di Graz (Austria), l’Istituto ha attivato corsi e seminari per presentare di volta in volta tematiche specifiche. Una di queste è stata “Alle origini dell’Alleluia”. Il corso, attivo per tutto l’anno accademico con cadenza quindicinale, è stato tenuto dal Prof. il Maestro Alberto Turco, già ordinario nel PIMS ed ora invitato. L’attività intensissima del Prof. Turco non gli ha impedito di poter seguire con puntuale impegno gli Studenti che si sono iscritti al corso che ha sviluppato l’argomento dell’Alleluia e delle sue origini partendo dalle melodie dell’Ufficio per passare a quelle della Messa nel Romano antico, nel Gregoriano e nel Milanese.

Vespri solenni

Il Pontificio  Istituto di Musica Sacra ha avviato una intensa collaborazione con l’Università di Notre Dame, USA, che ha una sua sede in Roma. Un folto gruppo di Studenti provenienti tutti dagli Stati Uniti d’America, il 30 maggio, ha trascorso un intero pomeriggio in via di Torre Rossa incontrando innanzitutto il Preside che ha loro illustrato la vita, la storia e le attività dell’istituto e li ha poi guidati in una visita che li ha condotti fino allo splendido panorama che si gode dai terrazzi di copertura dell’edificio dell’Abbazia di San Girolamo. Tutti sono rimasti incantati dalla vista che spazia a 360 gradi dal mare ai Colli Albani, a San Giovanni in  Laterano e S. Maria Maggiore e via via fino alla Città del Vaticano, all’Aurelia e il mare. A conclusione della visita gli Ospiti hanno partecipato al Canto dei Primi Vespri Solenni della Visitazione. La celebrazione, presieduta dall’Assistente della Cattedra di Gregoriano, don Renè Hernandez Velez, è stata guidata dal Prof. Prassl, ordinario di Gregoriano ed accompagnata dal Prof. Flury all’organo che ha preludiato, improvvisato, postludiato creando un magnifico legame celebrativo che ha reso ancor più solenne e splendida la celebrazione. Al termine l’Istituto ha fornito ai graditi ospiti anche una prova della valentìa dolciaria dei suoi Studenti: Wassim El Murr, studente di Canto Didattico, monaco greco cattolico libanese, ha preparato per tutti un magnifico tiramisù, molto gradito.

Coro "Excathedra" di Friburgo

Galleria fotografica

E’ stato ospite della stagione concertistica il Coro “Cantora” da Friburgo, Svizzera, per il concerto del 26 maggio 2017. Il nostro Docente il Prof. Theo Flury ha brillantemente accompagnato la formazione corale diretta dal Maestro Pierre Georges Roubaty. Coro ed Organo hanno eseguito di Domenico Bartolucci Jubilate Deo. Il Maestro Flury ha eseguito, ancora di Bartolucci, la Fantasia e Fuga in Fa minore ed ha improvvisato su temi parafrasati dalla monaca benedettina Silja Walter alcune Antifone Mariane. A conclusione del concerto è stata eseguita la Missa in honorem Sancti Mauritii et Sociorum, per Coro misto e Organo, dello stesso Theo Flury. Al termine un sereno momento di convivialità nella Sala Braschi ha concluso la intensa giornata del Coro di Friburgo che aveva in precedenza xcantato alla messa all’altare della Cattedra in San Pietro e si era poi recato per una visita speciale e riservata nella Cappella Sistina.

 

Esame d'improvvisazione organistica

Serata specialissima e singolare, quella del 30 maggio 2017. Mai si era avuto, nel Pontificio di Musica Sacra, un concerto con musiche improvvisate per commentare un film muto: è quello che è avvenuto per la intensa azione didattica del Maestro Flury con il suo Allievo Cristiano Accardi. Sono stati accompagnati all’organo il film The Adventurier, con Charlie Chaplin e The Finishing Touch con Stan Laurel ed Oliver Hardy.  Interessantissima la capacità di avere, grazie all’organo, un contributo ancor più vario e dinamico per le due pellicole. Il Preside, nell’introdurre il concerto ha presentato ampiamente le possibilità dello strumento che abbracciano, come nessun altro strumento, le caratteristiche del suono: altezza, intensità, timbro. L’organo le possiede e le esprime in totalità. La bravura di Cristiano Accardi ha conquistato i presenti e grandi consensi per lui e per il suo Docente, il Maestro Flury hanno concluso la magnifica performance che apre un capitolo nuovo nella storia delle esecuzioni in Sala Accademica.

Galleria fotografica

Laura Licinio e Roberto Di Napoli

Galleria fotografica

Un brillante cocerto pianistico è stato tenuto, il 23 maggio 2017, dagli Studenti Laura Licinio e Roberto Di Napoli, dal Conservatorio di Foggia. L’esecuzione brillante delle musiche di Bach-Busoni e di A.N.Skrjabin da parte di Laura Licinio e di L.van Beethoven e di J. Brahms da parte di Roberto di Napoli, ha coinvolto ed avvolto il pubblico presente. I buoni frutti della collaborazione tra il PIMS ed il Conservatorio di Foggia, continuano ad essere testimonianza viva della ottima strategia accademica in corso.

 

Tesi di Licenza in Canto gregoriano

Una giovane suora dell’istituto francese di Notre Dame de la Compassione, nato a Marsiglia nel 1800, proveniente dalla Birmania, ha seguito il corso accademico di I e di II livello in Canto Gregoriano conseguendone la Licenza nella sessione estiva dell’anno accademico in corso. Suor Htwe Ohm Mar, ma per tutti suor Rosa, ha esposto e difeso la sua tesi di Licenza in Canto gregoriano rifacendosi innanzitutto alla storia dell’impianto della Chiesa Cattolica nel suo Paese. E’ una storia di missione che parte dal 1500 e vive alterne vicende per le quali sono stati protagonisti innanzitutto gli Ordini religiosi ai quali furono affidate dalla Santa Sede, le missioni strutturate in Vicariati Apostolici in attesa di maturare le condizioni per la creazione di vere e proprie Diocesi. Suor Rosa ha esposto innanzitutto gli sviluppi storici della presenza prima dei Barnabiti poi del Pontificio Istituto Missione Estere, e poi le problematiche legate al repertorio di canto in uso sia nel passato sia al presente. In questo discorso anche il Canto Gregoriano ha fatto e continua a poter fare la sua parte. La sessione si è conclusa con un brllante risultato per il grado accademico specialistico.

Direttori di coro del PIMS - Esame

Galleria fotografica

Concerto per il Diploma di Baccalaureato e di Licenza in Direzione di Coro – 19 maggio 2017

La internazionalità dell’Istituto si è espressa in questo concerto che ha visto protagonisti: suor Michelle Soares Louzada, dal Brasile; don Jean Claude Mulumba Belenganayi, dal Congo; don Antonio Centola, da Gaeta, Oliver Gruda, dall’Albania; James J.Wright, dagli USA; don Shin Ki Ho, dalla Corea Sud, don Riccardo Nepi, da Fiesole e Andrea Rossi, da Roma.

L’Orchestra Novus Concentus, con Mario Alessandrini e Giuliano Cavaliere violini, Lorenzo Rundo, viola; Angelo M. Santisi, violoncello e Stefano Napoli, contrabbasso, ha accompagnato l’esecuzione di alcuni brani. Lo stesso gruppo strumentale è stato durante l’anno accademico, presenza costante per lo svioluppo delle capacità direttoriali degli Studenti che devono poter dirigere non solo un Coro ma anche un gruppo strumentale. Grande soddisfazione per il Docente del Corso, il Prof. M° Walter Marzilli. Il Preside, nell’introdurre la manifestazione ha sottolineato fortemente come questo evento sia di quelli principali nel suggellare il lavoro didattico e formativo svolto nel Pontificio di Musica Sacra.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 23 maggio 2017 ha presieduto la Celebrazione don Aquilino Martinez, sacerdote della Diocesi di Valencia (Spagna), iscritto al corso triennale di I livello in Organo. Concelebranti Mons. Preside, René Javier Hernandez. All'organo lo studente Nelson Anjo Quintal. Il Coro gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Galleria fotografica

È lieto il cantar...

Galleria fotografica

E’ lieto il cantar … questo il titolo in cartellone per il concerto del 12 maggio 2017 di Maria Grazia Schiavo, soprano, accompagnata al pianoforte da Claudio Trovajoli. Dalle romanze di F.P.Tosti alle arie e romanze di Rossini, e Verdi, il concerto si è dipanato nella straordinaria bellezza e fascino del repertorio del belcanto. I protagonisti, entrambi docenti nel PIMS, hanno riscosso un grande successo. Il programma di sala è stato curato da Viviana Loriga, allieva del Prof. Cesare Marinacci. Una sintonia totale ha preso tutta la sala nel coinvolgimento emotivo della gradevolezza del repertorio eseguito per il quale si sono ritrovati sia gli esecutori sia il pubblico.

 

Concerto di Organo

Dall’aula al concerto: gli studi nelle aule del Pontificio di Musica Sacra devono approdare all’esecuzione, vuoi che sia nell’ambito della Liturgia vuoi che ciò avvenga in altro contesto, quello del concerto pubblico. E’ quanto è avvenuto il 16 maggio 2017 per le classi di Organo. C.Franck, due Corali per Grande Organo, sono stati eseguiti da Fabio Lauri della classe del Prof. Federico Del Sordo; della stessa classe Davide Bucci ha eseguito il Corale di Franck n. 3, Aquilino Martinez una Sonata di V.Petrali e Paolo Kim il Preludio, Fuga e Variazioni di Franck. L’allievo del prof. P. Theo Flury, Leisbert Moreno, ha eseguito di J.L.Krebs Preludio e Fuga in la minore, mentre Marco Palumbo, allievo del prof. Roberto Marini, ha eseguito la complessa Sonata sul Salmo 94 di J.Reubke. Il pubblico numerosissimo ha molto apprezzato l’esecuzione degli Allievi del PIMS che hanno tratto dal prezioso organo della Sala Accademica tutte le sonorità funzionali nel dare rilievo allo stile ed alle forme del vasto repertorio eseguito.


Galleria fotografica

Concerto di Nino Gvetadze

Galleria fotografica

5 maggio 2017: nel prosieguo della Stagione dei concerti un brillante concerto è stato eseguito dalla pienista georgiana Nino Gvetadze. Il suo nome ricorre nelle stagioni internazionali. Una masterclass nel giorno precedente ha dato occasione agli Studenti del PIMS di avvalersi dell’esperienza della Gvetadze. Il magnifico concerto è stato tutto centrato su Schubert, Schubert-Liszt e Schumann-Liszt, Chopin e Debussy. La seconda parte ha dato modo di ascoltare i 24 preludi op. 28 di Chopin. Grande successo e altrettanta soddisfazione per il PIMS e per il suo pubblico.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 9 maggio 2017 ha presieduto la Celebrazione don René Javier Hernandez, sacerdote della Diocesi di Mayaguez (Portorico), iscritto al corso di dottorato in Canto gregoriano. Concelebranti Mons. Preside, p. Theo Flury, don Claudio Campesato, don Aquilino Martinez. All'organo lo studente Davide Bucci. Il Coro gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Galleria fotografica

 

Maurice Clerc - Concerto e Masterclass

Galleria fotografica

La Musica francese per organo è un capitolo tra i più interessanti della letteratura dell’ultimo secolo. Il Maestro Maurice Clerc, organista nel Duomo di Digione e docente nell’Università e nel Conservatorio della stessa città, ha affrescato questa letteratura con un magnifico concerto molto apprezzato ed entusiasticamente accolto dagli Studenti e dal pubblico. Ad aprire l’esecuzione è stato un brano tra i classici del periodo: il Corale n. 3 in la minore di C. Franck. Da qui in poi Maurice Clerc ho percorso un itinerario sempre più avvincente e coinvolgente con composizioni da Gabriel Fauré a Jean Langlais e Pierre Cocherau. Lo Scherzo di quest’ultimo, che ha chiuso il concerto è stato un vero fuoco d’artificio proprio per la navigata capacità dell’Esecutore di esplorare tutte le sfumature timbriche dello strumento di piazza S. Agostino che è noto nel mondo per essere un singolare esemplare di organo dotato di timbri e voci di registri organistici particolarissimi.

Nella mattinata stessa del concerto in Sala Accademica, il Maestro Clerc ha tenuto una seguitissima Masterklass sull’organo della Chiesa Abbaziale della Visitazione in via di Torre Rossa, sede didattica del Pontificio di Musica Sacra. Studenti provenienti da ogni parte del mondo hanno seguito con attenzione ed hanno eseguito a loro volta dei brani oggetto del loro studio perché il confronto con l’illustre concertista potesse fornire criteri e conoscenze per il loro percorso formativo.

L'organo e l'organista nella liturgia

Nel Pontificio di Musica Sacra si formano organisti non solo per l'acquisizione più alta possibile di tecniche esecutive e di coscienze musicali: tutto è finalizzato anche all'inserimento corretto e funzionale dello strumento nell'unico motivo fondante la vita stessa dell'Istituto, la Liturgia. Non si può immaginare un organista che non abbia conoscenze adeguate sul come porre a servizio dell'azione liturgica le proprie competenze musicali. A tale scopo la proposta di un corso dedicato all'organo nella Liturgia e nella prassi da fine Ottocento ai nostri giorni. Il corso è tenuto dal Maestro Marco Di Lenola, Assistente di Organo e attivo non solo nel PIMS ma anche nelle attività per le quali il PIMS collabora con alcune Diocesi, in particolare quella di Isernia Venafro e di Gaeta. Si intensificano sempre più le richieste di aiutare gli Uffici Litirgici diocesani nella formazione degli operatori musicali nella pastorale della singola CHiesa locale. Gli argomenti stessi del corso seminariale che si é articolato in quattro incontri, richiamano le problematiche e le risposte che si intende dare ad esse: Gli antefatti dell'uso dell'organo, lo strumento che diventa in qualche modo anche motivo di discordia, la riforma della musica liturgica di inizi Novecento ed il percorso sino ai giorni del Concilio ed alle questioni nate dalla riforma liturgica e dal conseguente repertorio del tutto nuovo che è stato necessario creare. La posizione e la funzione dell'Organo, in tutto questo, è illustrato agli Studenti che si sono iscritti molto numerosi al Corso.

Jubilee String Quartet

 

Jubilee String Quartet: Tereza Privratsk° e  Julia Loucks, violino, Joe Fischer, viola e Alex Rolton violoncello, insieme con Andera Rucli al pianoforte, sono stati i protagonisti del magnifico concerto del 21 aprile 2017. Il repertorio del classicismo è stato proposta con l’esecuzione del Quartetto op. 20 n. 2 di Haydn mentre il quintetto con pianoforte è stato proposta con una composizione contemporanea, di Akfred Schnittke, il Quintetto 1976. La conclusione del concerto è stata affidata all’esecuzione del Quartetto n. 4 in do maggiore di Béla Bartok. La proposta di formazioni cameristiche è da tempo un segmento importante della produzione concertistica del Pontificio di Musica Sacra che così intende sottolineare la fondamentale importanza che ha questo settore nella storia musicale.

Duo Fonia e Trio Pragma

Nell'ambito della collaborazione tra istituzioni accademiche, il Conservatorio di Napoli è partner del PIMS e tale incontro è stato favorito anche dalla comune direzione per entrambe le istituzioni da parte del nostro Preside, il M° Mons. Vincenzo de Gregorio che del Conservatorio di Napoli è stato Direttore per nove anni accademici, prima della presidenza del PIMS. Gli Studenti del Conservatorio di Napoli sono stati cooptati nella Stagione dei Concerti con l'esecuzione di due gruppi da Camera: Gaetano Perrone, flauto e Adriana Cioffi, arpa e  Federica Severini, violino, Giovanni Sanarico, violoncello e Gennaro Musella, pianoforte. Tutti e due i gruppi sono seguiti nel Conservatorio di Napoli dall'insegnante di Musica da Camera, il M° Salvatore Biancardi. Da Saint Saens a Shostakovich, l'esecuzione si è dipanata con i timbri degli strumenti presenti in un avvincente esecuzione resa ancor più interessante dalla singolarità del repertorio che ha toccato anche Astori Piazzolla con il brano "Histoire du tango". Il pubblico ha molto apprezzato e festeggiato le due formazioni.

Galleria fotografica

Concerto di Peter Klimo

Galleria fotografica

 

Il Pontificio di Musica Sacra programma le sue attività di produzione artistica in un panorama internazionale. Il pianista Peter Klimo, che ha tenuto un concerto il 31 marzo 2017 è di origini ungheresi e di formazione nordamericana. Sia da solista sia con orchestra ha suonato in tutto il mondo e nell'Auditorium in piazza S. Agostino ha eseguito un ricchissimo programma pianistico che da Hamelin, Liszt e Samuel Barber é approdato a Bartok e Scriabin. L'entusiasmo della persona ha coniugato una ricca personalità con la tecnica ineccepibile. Il pubblico che abitalmente frequenta i concerti ha molto apprezzato l'esecuzione ed ha accolto con grande plauso l'esecuzione che sul magnifico pianoforte "Fazioli 308" della nostra Sala Concerti ha avuto ancor maggior risonanza.

Ilaria Centorrino e Maria Greco

Il Pontificio di Musica Sacra ha stilato con alcuni Conservatori italiani un accordo di cooperazione didattica che prevede come esito il rilascio del titolo di Diploma Accademico di II livello specialistico firmato e sottoscritto da entrambe le istituzioni: il PIMS e il Conservatorio partner. Tale accordo è stato siglato con i consevratori di Novara, Foggia, Napoli e Cosenza. Al fine di allragre la collaborazione anche al piano esecutivo, che nell'ambito musicale è elemento fondamentale del percorso di studi, gli Studenti dei Conservatori vengono regolarmente invitati a suonare nella Stagione dei Concerti del PIMS. Per il concerto del 7 aprile 2017 é stato il Conservatorio di Cosenza a presentare due Studentesse della classi di organo del Maestro Emanuele Cardi: Ilaria Centorino e Maria Greco. Si sono alternate nell'esecuzione di musiche di Bach e di autori dell'ultima generazione di compositori per organo, da Guilmant a Yon. Il magnifico strumento della Sala Accademica é stato esplorato nelle sue straordinarie possibilità foniche e nonostante la giovanissima età, entrambe le organiste hanno dato prova di maturità e musicalità spiccate nella scelta dei piani sonori da utilizzare per l'esecuzione.

Galleria fotografica

Concerto di Cesare Grassi

Galleria fotografica

Il 22 marzo 2017, presso la Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra, si è svolto il concerto di Cesare Grassi: concerto pubblico per il conseguimento del diploma accademico specialistico di II livello. La Commissione era rappresentata dal Preside, mons. Vincenzo De Gregorio, dai proff. Francesco Martucci e Claudio Trovajoli e dal prof. Alessandro Drago, dal Conservatorio di Foggia presso il quale Cesare Grassi ha seguito il corso in convenzione con il Pontificio per il Double Degree, titolo di studio congiunto. Il programma intensissimo ha avuto in Schumann, gli Studi Sinfonici op.13 il suo snodo centrale ed entusiasmante, preceduto da Les jeux d'eaux a la Ville d'Este di Liszt e dalla Fantasia op. 49 di Chopin. C. Debussy, con l'Isle Joyeuse ha chiuso la brillante esecuzione/concerto con la quale il nostro Studente ha concluso il percorso formativo. Cesare Grassi è anche Assistente alla Cattedra di Pianoforte del M° Trovajoli. Numerosissimo il pubblico presente.

 

La Divina Musica

Il Coro degli Studenti, del corso del Prof. W. Marzilli, ha vissuto l'entusiasmante esperienza del cantare con l'orchestra: la Dominikus Messe KV 66 e il Regina Coeli KV 108 di Mozart, con Soli e Orchestra, in S. Agostino, il 24 marzo 2017. La messa mozartiana, composta a soli trecidi anni per celebrare la prima messa di un giovane benedettino che aveva assunto il nome da religioso di Dominikus, ha mantenuto la tensione che da capo a fondo, sul testo dell'ordinario del messale, offre la possibilità di articolare il discorso musicale sul significato delle singole affermazioni di acclamazione o di professione di fede.  L'Orchestra Musicus Concentus del PIMS. I solisti gli studenti Katia Veniero, contralto, Rosario Cantone tenore e Giovanni Varriale, basso. Soprano Maria Grazia Schiavo, docente di Canto nell'istituto e cantante di vasta carriera internazionale. Al continuo con l'organo lo studente James J. Wright. Il contesto magnifico della chiesa di S. Agostino, con l'affresco di Raffaelle, la Madonna dei Pellegrini di Caravaggio e la Madonna del Parto di Sansovino - tra le opere d'arte che in profusione l'arricchiscono - è stato l'ambiente sonoro che ha accolto l'esecuzione. Pubblico numerosissimo ha partecipato con entusiasmo ed ha applaudito l'esecuzione diretta dal M° Walter Marzilli. Il concerto mozartiano sarà eseguito ancora in Roma, il 5 aprile nella basilica di S. Andrea della Valle.

Galleria fotografica

Schola Gregoriana del PIMS - Concerto

Il 17 marzo 2017, nella Chiesa di Santa Maria dell'Anima, ha avuto luogo il concerto della Schola Gregoriana del PIMS, diretta dal M° Prassl. Da cento anni, la formazione in canto gregoriano vuole preparare cantori professionisti sia per le celebrazioni liturgiche, sia per i concerti dedicati alla musica sacra e alle elevazioni spirituali. Lo scopo principale della Schola risiede nell'esercizio costante di questo canto, per far acquisire agli studenti padronanza e competenza in materia. A loro, infatti, al termine del corso di studi e tornati nelle rispettive Diocesi, spetta il compito di diffonderlo con la giusta perizia, in qualità di maestri di Cappella, o di insegnanti nelle scuole diocesane di musica sacra.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 21 marzo 2017 ha presieduto la Celebrazione eucaristica don Enijung Kim, sacerdote della Arcidiocesi di Gwangju (Korea), iscritto al corso triennale di I livello in Organo. Concelebranti Mons. Preside, don René Javier Hernandez, p. Theo Flury, don Claudio Campesato. Il Coro gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl. All'organo lo studente Oliver Gruda.

 

Visita culturale a Firenze

Il 13 marzo, festa per l'anniversario dell'elezione del Papa, 40 Studenti sono stati accompagnati dal Preside a Firenze per una visita culturale. Questa si è realizzata innanzitutto nel Museo dell'Opera del Duomo, dallo splendido allestimento che presenta tutte le fasi della costruzione dell'edificio che è sovrastato dalla più grande cupola in muratura che esista al mondo. Dal museo al Battistero di san Giovanni e poi al Duomo stesso. Nel primo pomeriggio il maestro Daniele Dori, organista del Duomo ed ex allievo del PIMS, ha guidato il gruppo alla visita dello splendidi organo di Onofrio Zeffirini, del 1558, nella Badia Fiorentina. Tutti gli Studenti organisti hanno avuto modo di suonare l’interessante strumento dall’accordatura mesotonica. Una passeggiata sul Lungarno ha suggellato la visita della Città.

Seminario di Semiologia gregoriana

Dal 15 al 16 marzo presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra il Professore Fulvio Rampi ha tenuto un Seminario di Semiologia gregoriana. Da Laon a Chartres: nella mente del "notatore". Il materiale della scrittura, i segni che hanno fissato sulla pergamena le intenzioni dei maestri che hanno composto le melodie e che le hanno insegnate, sono tutti elementi che nascono da un preciso progetto, che a sua volta sgorga da una memoria che attinge alle esperienze condivise in tutto il mondo monastico e che comunque portano delle specificità proprie. Da qui gli elementi di discontinuità da una scuola all'altra insieme con quelli, molto più numerosi, della continuità. Numerosissimi sono stati gli Studenti, interni e non, che hanno seguito le lezioni del Prof. Fulvio Rampi.

Terzo Seminario sugli strumenti a fiato

Giovedì 9 marzo 2017 ha avuto luogo il terzo seminario sugli Strumenti a fiato - Il Corno francese, tenuto dal M° Carmine Pinto. Le peculiarità dello strumento, sia per l'intonazione sia per la produzione dei suoni facendo uso degli armonici, sono state esposte con chiarezza grazie alla lunga esperienza del Maestro Pinto. Numerosi gli Studenti presenti, soprattutto delle classi di Composizione che vi erano obbligati, ma anche di altri corsi per i quali il Preside aveva richiamato l'interesse che ogni musicista deve coltivare per la conoscenza dei "colori" dell'orchestra.

Winfried Bönig - Concerto e Masterclass

il 10 marzo 2017 presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra si è tenuto il Concerto e la Mastercalass del Professore Winfried Bönig. Organista titolare della prestigiosa cattedrale di Colonia e professore di organo e improvvisazione presso la "Hochschule für Musik" di Colonia nonchè decano del dipartimento della musica sacra cattolica. Tiene concerti in tutto il mondo come organista, clavicembalista e direttore ed è spesso chiamato per l'inaugurazione di nuovi organi. Ha eseguito le opere complete di J.S. Bach, M. Reger e O. Messiaen e effettuato numerose registrazioni e trasmissioni radiofoniche.

The Music of the Beneventan Rite

Giovedi 2 marzo 2017 si è svolta la presentazione del volume The Music of the Beneventan Rite di Thomas Forrest Kelly e Matthew Peattie (Monumenta Monodica Medii Aevi, IX). Dopo un saluto del Preside Mons. Vincenzo De Gregorio, il volume è stato illustrato dai professori Nicola Tangari e Franz Karl Prassl. Lo stesso maestro Prassl ha poi diretto la Schola gregoriana del PIMS nell’esecuzione di alcuni brani monodici tratti dall’edizione critica di Kelly e Peattie.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 7 marzo 2017 ha presieduto la Celebrazione eucaristica p. Branimir Novokmet, sacerdote della diocesi Mostar (BiH), iscritto al corso triennale di I livello in Composizione. Concelebranti Mons. Preside, don René Javier Hernandez, p. Theo Flury, don Claudio Campesato. Il Coro gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Masterclass di Composizione

22 e 23 febbraio 2017. Per i nostri Studenti di Composizione è fondamentale sia l’acquisizione delle tecniche e dei linguaggi della storia della Musica sia la conoscenza delle esperienze  contemporanee nell’ambito dei Compositori militanti. Per tale motivo l’Istituto ha invitato Edgar Alandia, autore di numerosissime opere eseguite nelle più importanti stagioni concertistiche internazionali per una masterclass che ha visto impegnati i Docenti e gli Studenti del PIMS allo scopo di far tesoro di così vasta esperienza musicale.  

Festival concertando

Dal 23 al 26 febbraio si è svolto, nella Stagione dei Concerti del Pontificio Istituto di Musica Sacra, un Festival di Musica da Camera. Non a caso gli si è voluto dare la denominazione "concertando". È la nostra Storia quella del concertare. È la storia della musica che ha scritto la Chiesa con il suo canto e le sperimentazioni che dal suo repertorio liturgico sono nate quando ha permesso il concertare delle voci facendo nascere le prime forme di Polifonia. Non si potrebbe fare musica d'insieme se non si avesse a disposizione un codice scritto che permetta a ciascuno strumento di suonare con determinazione la sua parte e nella certezza di poter essere "a tempo" con quello, tutt'altro, che sta eseguendo un altro strumento e, via via, molti di più, tutti insieme.

Messa in Canto gregoriano

Due volte al mese viene celebrata la Messa solenne in Canto gregoriano. Martedì 31 gennaio 2017 ha presieduto la Celebrazione eucaristica don Josip Vidas, sacerdote della Diocesi di Krk (Croazia), iscritto al corso triennale di I livello (Baccalaureato) in Organo. Concelebranti Mons. Preside, don Daniel Goberna, don Roberto Soldati e don Claudio Campesato. All'organo lo studente Benedetto Lee. Il Coro gregoriano dell'Istituto diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 21 febbraio 2017 ha presieduto la Celebrazione eucaristica p. Theo Flury. Concelebranti Mons. Preside, don René Javier Hernandez. All'organo lo studente Aquilino Martinez. Il Coro gregoriano dell'Istituto diretto dal Prof. F.K. Prassl.

 

Concerto del Lesquercarde Consort

Uno splendido concerto dell'Ensemble di viole Les Escarcardes ha inaugurato la Stagione Concertistica del Pontificio di Musica Sacra 2017.
Pubblico numeroso e qualche Studente hanno animato la Sala Accademica in piazza S. Agostino per quello che si annunciava un concerto dall'ascolto impegnativo. Il repertorio, proprio del passaggio dalla polifonia alla concertazione strumentale, con Autori francesi tutti del '500 e del primo '600, ha fatto rivivere le atmosfere proprie delle prime esperienze di musica cortigiana che traspone sugli strumenti in evoluzione, dalle viole agli altri strumenti ad arco, le tecniche compositive proprie della musica vocale.

Seminario - Teologia della musica

Il 7 febbraio Il Prof. Ramòn Saiz Pardo, della Pontificia Università Santa Croce di Roma, ha concluso il ciclo dele lezioni per il seminario su Teologia della Musica Sacra. Il segmento di studi riguardante questa disciplina diventa sempre più importante al fine di collegare la musicologia propriamente intesa con la liturgia in quell'ambito che viene definito di Musicologia Liturgica. La citazione stessa con l'aggettivo liturgico, necessita di aggancio con la Teologia. Non esiste, infatti, nell'ambito cristiano una liturgia che non sia espressione teologica.

Incontro Dottorandi

Il consueto Seminario invernale per i Dottorandi si è svolto nella settimana dal 13 al 17 febbraio. Gli iscritti alla Scuola di Dottorato del PIMS, provenienti da diversi Paesi del mondo, si sono ritrovati per seguire le lezioni tenute dal Prof.  Padre Miled Tarabay Procuratore dell'Ordine Siro Libanese presso la Santa Sede. Il Prof. Tarabay ha illustrato le ricchezze culturali della iturgia Siro Libanese. Il Seminario ha avuto, come sempre, una giornata extra domum con la visita alla sede dell'Ordine Maronita Beatae Mariae Virginis in San Pietro in Vincoli. Guidati dal p. Charbel Bteich, i Dottorandi, accompagnati dal Preside Mons. De Gregorio e dal Prof. Nicola Tangari, hanno potuto visitare l'antica sede dell'Ordine Maronita in Roma ed hanno poi partecipato al canto dei Vespri nel rito proprio maronita. Di grande interesse la visita alla Biblioteca ed in particolare all'archivio nel quale sono conservati testi antichi con codici in lingua araba. La visita si è conclusa con una sontuosa cena offerta dal Superiore della comunità maronita romana.

 

Premio Internazionale di Composizione

Il 3 e 4 febbraio l’Istituto ha ospitato la Commissione incaricata di valutare le opere concorrenti per l’attribuzione del Premio Internazionale di Composizione Diocesi di Colonia. Ne facevano parte il M° Borkowsky, presidente, Pawel Lukaszewski, Stephan Layton, Eriks Esenvalds, Richard Mailander e il Preside Mons. Vincenzo De Gregorio che ha già partecipato alla edizione dello scorso anno ai lavori della giuria che si sono tenuti a Cambridge. Hanno inviato loro composizioni 70 concorrenti da tutto il mondo. Il bando prevedeva la composizione di un brano su testo liturgico per Coro a cappella, con un premio speciale per composizioni per Coro a 6 o più voci.

Un nostro Studente vince la Borsa di Studio T. Gargiulo

                                                                                      

 

                                                                           

Il Pontificio Istituto di Musica Sacra ha firmato una convenzione di Double Degree con il Conservatorio di Musica Statale di Napoli “San Pietro a Majella” del quale il Preside Mon. Vincenzo De Gregorio è stato per 9 anni accademici Direttore. I primi Studenti del Pims ad avvalersi di questo accordo interuniversitario sono stati Andrea Rossi e Gabriele Spampinato che seguono a Napoli i corsi di Composizione con il M° Enrico Renna. Gabriele Spampinato ha partecipato al Concorso Terenzio Gargiulo, una borsa di studio intitolata al musicista, docente di pianoforte e Direttore del San Pietro a Majella, per gli Studenti di Composizione ed ha vinto ex aequo avendo presentato una sua composizione che la Giuria ha ritenuto meritevole del prestigioso riconoscimento.

A 50 anni da "Musicam Sacram"

Giovedì 2 febbraio è stato presentato alla Stampa il Convegno Internazionale dedicato a “Musicam Sacram, 50 anni dopo” che si terrà in Roma nei primi giorni del prossimo mese di marzo, organizzato dal Pontificio Consiglio per la Cultura in collaborazione con la Congregazione per l’Educazione Cattolica, il Pontificio Istituto Liturgico S. Anselmo, il Pontificio Istituto di Musica Sacra e la Cappella Musicale Pontificio Sistina. Alla conferenza, presieduta dal Cardinale Presidente del Consiglio per la Cultura Sua Em.za Gianfranco Ravasi, ha partecipato il Preside Mons. Vincenzo De Gregorio che ha risposto alle domande dei giornalisti riguardanti alcuni aspetti del convegno, in particolare le problematiche musicali nella liturgia della Chiesa in Italia.

 

La revisione della Liturgia delle ore

La revisione della Liturgia delle Ore sta interessando anche il PIMS il quale partecipa ai lavori per il settore dedicato alla Innodia. La Commissione, presieduta da S. Ecc.za Mons. Adriano Caprioli, vescovo emerito di Reggio Emilia, si è riunita nei primi giorni di febbraio anche al PIMS.  Il Preside Mons. De Gregorio è componente della Commissione ed ha cooptato il Docente Giampaolo Mele, dell’Università di Sassari, che ha tenuto proprio al PIMS un primo seminario dedicato alla Innologia. Si prevedono tempi ancora lunghi per poter giungere alla nuova edizione della Liturgia delle Ore in lingua italiana.

 

Ristrutturazione del PIMS

Proseguono i lavori di ristrutturazione dell’edificio abbaziale del PIMS. Si sta completando la parte che riguarda le coperture dell’intero stabile, ormai al traguardo con l’intervento sul lato est. Dal mese di giugno il cantiere riapre per la ristrutturazione del terzo e secondo piano. Dai lavori risulteranno 55 camere per la Residenza Universitaria Musicale.

Messa in Canto gregoriano

DSC_0438

Martedì 20 dicembre 2016 ha presieduto la Celebrazione eucaristica Mons. Preside Vincenzo De Gregorio. Concelebranti don Daniel Goberna e don Jean Claude Mulumba. All'organo gli studenti Manuel Tapia e Jessica Matiace. Il Coro Gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Messa in Canto gregoriano

Martedì 17 gennaio 2017 ha presieduto la Celebrazione eucaristica don Jean Claude Mulumba, sacerdote della Diocesi di Mbujimayi (Congo), iscritto al corso triennale di I livello (Baccalaureato) in Direzione di coro. Concelebranti Mons. Preside, don Daniel Goberna e Horacio Garza. All'organo gli studenti Oliver Gruda e Aquilino Martinez. Il Coro gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

DSC_0614

Messa in Canto gregoriano

DSC_0029

Martedì 6 dicembre 2016 ha presieduto la Celebrazione eucaristica in canto gregoriano don Matthew Rebello, sacerdote dell'Arcidiocesi di Goa (India), iscritto al corso biennale di II livello (Licenza) in Canto Gregoriano. Concelebranti Mons.  Preside e don Daniel Guberna.  All'organo gli studenti Manuel Tapia e Leisbert Moreno. Il Coro Gregoriano dell'Istituto è stato diretto dal Prof. F.K. Prassl.

Secondo Seminario sugli strumenti a fiato

Giovedì 15 dicembre 2016 ha avuto luogo il secondo seminario sugli Strumenti a fiato - La Tromba, tenuto dal Prof. M° Giancarlo Annibali.

NADAL CATALÀ

ELS PASTORETS DE CALAF

 

Sabato il 10 dicembre 2016 si è svolto presso la Sala accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra il Concerto per il cinquantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale del M° Mons. Valentino Miserachs Grau.

DSC_0244

22 novembre 2016 - La festa di S. Cecilia, anche quest'anno, è stata vissuta nel Pontifcio Istituto di Musica Sacra con particolare solennità. Il Cardinale Giuseppe Versaldi, Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica e Gran Cancelliere dell'Istituto, ha presieduto la celebrazione eucaristica alla quale hanno partecipato la comunità accademica e numerosi ospiti. I canti della liturgia sono stati eseguiti dagli Studenti del corso di Direzione di coro, guidati, per la Polifonia dal prof. Walter Marzilli e, per il Canto Gregoriano, dal prof. F. Karl Prassl. Gli Studenti di Organo hanno preludiato e postludiato con il magnifico organo della ditta Klais della Chiesa Abbaziale della Visitazione. Le composizioni dei Maestri Monsignori Valentino Miserachs Grau e Renzo Cilia, che hanno concluso il loro compito formativo presso il Pims, hanno incorniciato la celebrazione eucaristica con le loro composizioni, Cantate Domino e Salve Regina, eseguite con particolare emozione.

Nella Sala Refice il Cardinale ha consegnato i diplomi di Baccalaureato e di Licenza agli allievi che hanno concluso nel precedente anno accademico questi due cicli formativi. Atmosfera di particolare solennità e gioia studentesca ha concluso l'intensa giornata, particolarmente significativa, nel nome della Santa patrona della Musica.

FESTA DI SANTA CECILIA

  

 

STAGIONE DEI CONCERTI 2016-2017

Lunedì 14 novembre 2016 è iniziata la Stagione concertistica del Pontificio Istituto di Musica Sacra. L'inaugurazione è stata particolarmente solenne in quanto ha conciso con la chiusura dell'Anno Santo della Misericordia. Nalla splendita cornice della Bsilica dei Santi XII Apostoli è stato eseguito il Dramma Sacro "Agnosce, fili, misericordiam Patris", scritto da Mauro Pisini, Docente di latino al PIMS e posto in musica da otto Maestri, docenti di Composizione al PIMS. La prima esecuzione di "Agnosce, fili", era avvenuta il 30 settembre u.s. nel Duomo di Santa Maria del Fiore in Firenze. Da Firenze sono giunti il coro, i solisti e gli strumentisti: ottoni ed organo. L'insieme è stato dal Maestro Michele Manganelli. Le parti recitate del Dramma sacro sono state lette da Marialuisa Balza, Nicola Tangari ed Elena Petterlini.

Incontro Dottorandi

Sabato 12 novembre 2016 presso il nostro Istituto si è svolto, come di consueto, l’incontro dei dottorandi del PIMS, i quali hanno presentato una breve relazione sulle ricerche che li vedono impegnati. I temi di ricerca che sono stati affrontati hanno toccato diversi aspetti della musica sacra, dal canto gregoriano, alla composizione polifonica, alla prassi esecutiva.                                    

L’incontro, moderato dal Prof. Nicola Tangari, si è svolto con successo e ampia partecipazione di studenti e docenti dell’Istituto.

 

PRIMO SEMINARIO SUGLI STRUMENTI A FIATO Giovedì 10 novembre 2016 ha avuto luogo il primo seminario sugli Strumenti a fiato - Il Trombone, tenuto dal Prof. M° Vincenzo Tiso. Durante la conferenza il docente ha toccato diversi temi: storia e struttura dello strumento; cosa si può e come scrivere per il trombone; la letteratura dello strumento; la sua presenza nella storia della musica.


 

 

VI FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CANTO GREGORIANO - BRATISLAVA

SCHOLA GREGORIANA DEL PONTIFICIO ISTITUTO DI MUSICA SACRA - BRATISLAVA - 22 OTTOBRE 2016