Anno accademico 2017-2018 

 

 

     La Musica dono degli Dei? La Musica sacrificio di arte che l’uomo offre agli Dei? La Musica influsso celeste che esalta il cuore e la mente? La musica frutto della ricerca intensae dello studio assiduo? La Chiesa ha accolto tutte queste visioni della Musica e le ha fatte sue. Dal culto di Israele ha recepito il canto e gli strumenti musicali come ossequio alla Parola di Jahwè che dalla Musica riceve rispetto e solennità; dalle civiltà dell’Oriente e dalla Grecia la Chiesa ha ricevuto modi di organizzazione dei suoni  e stili esecutivi; dal genio razionale e giuridico di Roma ha accolto l’organizzazione della musica nel culto come elemento di unità e di solidità. Dalla fede nel Cristo vivo e presente con  il suo Spirito, ha intonato il canto che lungo i secoli non si è mai interrotto.

     E, così, la Musica è diventata il grande patrimonio di Umanità che nella Chiesa ha trovato ascolto attento, sviluppo senza pregiudizi, accoglienza dell’universalità dei linguaggi artistici. La Musica, nel mondo, è quella che è oggi: linguaggio, scrittura, codice, sistema di armonie, contrappunto, ricchezza e varietà di strumenti musicali, perché la preghiera della Chiesa ne ha fatto il più potente mezzo di espressione dell’uomo che in ogni angolo della terra invoca, geme, canta, supplica.

     Il Pontificio Istituto di Musica sacra, confronto di culture nella singolarissima esperienza di Roma, è il luogo dove questa storia di Fede e di Arte si incontra per l’unico scopo che giustifica tanto lavoro, tante risorse economiche, tanto impegno di tempo: la formazione musicale delle nuove generazioni. Queste immagini vogliono raccontare quel che succede, ogni giorno, in questo meraviglioso luogo, caro alla Chiesa, perché si trasmetta il dono della Musica.

 

 

                                                                                                                                                        M° Mons. Vincenzo De Gregorio

                                                                                                                                                                           PRESIDE