Graduale novum.tif

Johannes Berchmans Goeschl

Graduale novum, editio magis critica iuxta SC 117 : Commentario; traduzione di Valentina Longo

Roma, Libreria Editrice Vaticana, 2020; pp. VII, 120

(Didattica e Saggistica ; 5)

ISBN 978-88-266-0537-1

Il volume, traduzione italiana del testo originale pubblicato in Germania nel 2018, illustra le vicende che hanno portato alla revisione dei canti liturgici del Graduale, editi in due volumi apparsi nel 2011 e 2018. Lo studio e la revisione dei brani hanno comportato un’analisi accurata e una complessa rivisitazione dell’interpretazione del repertorio gregoriano destinato alla celebrazione della Messa.

€ 18,00

 

Presentazione di Mons. Vincenzo De Gregorio

Prefazione di Johannes Berchmans Göschl

 

SOMMARIO

I.          Gli antecedenti

II.       Necessità della restituzione delle melodie gregoriane

III.      Metodologia della restituzione delle melodie gregoriane

IV.    Problemi e sfide particolari

IV.1 Il problema si bemolle/si naturale

IV.2 Il problema del cromatismo

V.       Contenuti del Graduale Novum

VI.    Questioni editoriali

VI.1 Notazione quadrata ad altezza originale o trasportata?

VI.2 Sulla questione dei segni di divisione nell’Editio Vaticana e nel Graduale Novum

VI.3 Differenze editoriali fra Graduale Triplex e Graduale Novum

VI.4 Perché non ci sono neografie nel Graduale Novum?

VII.  Unità nella molteplicità – Fondamenti dell’interpretazione del canto gregoriano

VII.1 Riflessioni preliminari sul tema “Unità nella molteplicità”

VII.2 Il testo come fonte originaria della composizione e dell’interpretazione

VII.3 Il ritmo come “anima” del canto e “ordine nel movimento”

VII.3.1 Il ritmo nello stile semiornato

VII.3.2 Il ritmo nello stile melismatico

VII.4 Lo stile vocale caratteristico per il canto gregoriano